Trattamenti fisioterapici

TRATTAMENTI FISIOTERAPICI

La gamma dei trattamenti fisioterapici è così vasta che potrei stare qui ore a elencare trattamenti e benefici. Mi limiterò invece ad una breve descrizione dei principali trattamenti che eseguo abitualmente nel mio Studio di Terapia Fisica e Riabilitazione, Ben Essere. Rimango comunque sempre a disposizione per domande e chiarimenti su problematiche specifiche di interesse riabilitativo.

Brevi cenni di fisioterapia

La fisioterapia (dal greco Φυσιο= naturale e θεραπεία = terapia) è una branca della medicina che si occupa della prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione dei pazienti affetti da patologie o disfunzioni congenite o acquisite in ambito neuromuscoloscheletrico e viscerale attraverso molteplici interventi terapeutici, quali: terapia fisica, terapia manuale/manipolativa, massoterapia, terapia posturale, chinesiterapia, terapia occupazionale e altre. La fisioterapia è praticata dal dottore in fisioterapia (Fisioterapista), professionista laureato appartenente alla classe delle professioni sanitarie della riabilitazione.

Terapie Manuali:

RIEDUCAZIONE NEUROMOTORIA

Per Rieducazione neuromotoria si intende l’insieme di esercizi e movimenti di attivazione neuromuscolare più adatti al danno neurologico invalidante, al fine di recuperare o di ricercare risposte funzionali alternative. Questo si ottiene mediante l’opportuna scelta di manovre che portano ad una specifica stimolazione di “ricettori periferici” (organi di senso in grado di captare gli stimoli esterni e di trasferirli ai centri nervosi). Tale terapia è indicata nei casi di Ictus cerebrale, di Morbo di Parkinson, di Sclerosi laterale amiotrofica, di Sclerosi multipla a placche, ecc. Il fine della terapia è quello di permettere al paziente di raggiungere, per quanto possibile, il recupero dell’autonomia personale per lo svolgimento delle normali attività quotidiane.

MASSOTERAPIA

Il massaggio (dal greco massein che significa "impastare", "modellare") è la più antica forma di terapia fisica, utilizzata nel tempo, da differenti civiltà, per alleviare dolori e decontrarre la muscolatura allontanando la fatica. Oggi trova spazio all'interno della fisioterapia, della medicina alternativa e nei trattamenti estetici. La pratica ha origine in Cina, paese nel quale è molto praticata e dal quale viene esportata in tutto il mondo. Si esegue con una tecnica che, attraverso il contatto corporeo, manuale e con manovre precise e sequenziali, attenua dolore e tensione all'apparato muscolare. I movimenti del massaggio vanno eseguiti nella direzione delle fibre muscolari e devono rispettare il senso della circolazione venosa, quindi dalle estremità verso il cuore, e possono essere decisi e rapidi, per un effetto tonificante, oppure lenti e delicati, per un effetto calmante.

Esistono varie tipologie di massaggio, con differenti finalità: antidolore, anticellulite, antistress, decontratturante, drenante, estetico, curativo, sportivo, eccetera. Vi sono, poi, specifiche manovre per le donne in gravidanza, per i neonati o per gli anziani.

POMPAGES

Il medodo "Les pompages" o pompaggio, è una tecnica usata soprattutto a livello cervicale in caso di artrosi, retrazioni muscolo-fibrose, cervicobrachialgie, ecc.
Il pompaggio è un movimento ritmico e regolare che fa passare un segmento dallo stato di tensione ad uno stato di rilasciamento e viceversa.
Può essere localizzato ad una articolazione, ad un muscolo o gruppo muscolare. Il pompaggio è eseguito in maniera lenta così da avere un effetto sedativo.E' utile per le articolazioni dolorose e le contratture periferiche; utilizzato soprattutto nelle patologie artrosiche e per alleviare dolori alla regione nucale e cefalee.

KINESITERAPIA

La kinesiterapia è una particolare terapia manipolativa usata in fisioterapia che si prefigge la riabilitazione e la rieducazione funzionale di singoli muscoli o gruppi muscolari o dell’intero organismo. La Chinesiterapia può essere passiva o attiva. Nella prima è il terapista che esercita sul paziente, tecniche particolari al fine di gestire in modo appropriato il movimento della parte del corpo da trattare. Nella Chinesiterapia attiva, invece, è lo stesso paziente che agisce in modo attivo sotto la direzione e la supervisione del terapista che gli farà eseguire gli esercizi più idonei. Durante la seduta di Chinesiterapia attiva sarà possibile usare ausili vari come elastici, palloni, bastoni,tappetini, ecc. per facilitare o rendere più difficoltoso il movimento, a seconda dello scopo. E’ una terapia indicata nei casi di necessità di recupero muscolare ed articolare e non ci sono controindicazioni.

RIEDUCAZIONE POSTURALE GLOBALE

La rieducazione posturale globale (RPG) è una tecnica di terapia manuale utilizzata dal fisioterapista per la cura conservativa e non cruenta dei disturbi muscolo-scheletrici, sviluppata da Philippe Souchard. Alla base della rieducazione posturale globale c'è la teoria delle catene muscolari, definite come le macro unità funzionali che raggruppano diverse strutture (muscolari, tendinee, ligamentose e fasciali) e sono caratterizzate da azioni e funzioni motorie comuni e/o sinergiche. La tecnica prevede una specifica metodica di valutazione del paziente, strettamente legata al trattamento riabilitativo. Questa tecnica, studiata per l'applicazione in patologie della colonna vertebrale, tra cui il dolore lombare cronico, e nello sviluppo della muscolatura toraco-addominale, permette di ottenere un riequilibrio funzionale dell'apparato muscolo scheletrico portando la postura del soggetto alla naturale fisiologia.

GINNASTICA DOLCE

La Ginnastica Dolce è il campo elettivo di un lavoro cosciente su se stessi dove lo sforzo è sostituito da un lavoro fondato sulla sensazione e sulla distensione. Questo metodo, che è anche un’arte di vita, esplora molto sottilmente il sistema muscolare nella sua integrità, stimolando il funzionamento dei muscoli che non vengono mai sollecitati. Prendere coscienza del movimento, stare in ascolto del proprio corpo, considerare il corpo un tutto unico, rilassare i muscoli della schiena, ecc. sono fra i principi di tale disciplina. Fra le varie metodiche di ginnastica dolce le più conosciute e utilizzate sono il Metodo Feldenkrais, l’ Eutonia di Gerda Alexander e il metodo Mézières.

RIFLESSOLOGIA PLANTARE

La metodica ha, dietro sé, la sua storia: da una secolare conoscenza popolare intuitiva (già circa cinquemila anni fa era noto in India e in Cina un trattamento mediante pressione di punti nel piede), si arriva alla forma terapeutica manuale di oggi, riconoscendo che numerose regioni del piede sono in particolare rapporto, riflessologico, con determinate parti del corpo e con vari organi. Il piede che, nello stato di salute, viene sottovalutato e non attenzionato, nella riflessologia plantare assume un ruolo determinante dal punto di vista terapeutico. Così problematiche varie come la cefalea, i disturbi intestinali, l’insonnia, i disturbi mestruali o tiroidei e molti altri, trovano un sostanziale beneficio da tale approccio.

RIFLESSOTERAPIA DEL TESSUTO CONNETTIVO

Tutte le terapie manuali hanno effetti locali ed effetti riflessi. Tale tecnica agisce sul sistema neurovegetativo mediante stimoli prodotti manualmente nel tessuto connettivo sottocutaneo. L’applicazione più interessante è quella riferita ad alterazioni di natura funzionale degli organi interni, in particolare quelle a carico dell’apparato digerente (gastrite, colite, discinesie biliari, stipsi cronica, ecc). Buoni risultati sono ottenibili nelle cefalee essenziali, negli stati di tensione pre- mestruale, nelle affezioni del circolo venoso e linfatico.

Terapie Fisiche:

Laserterapia
Magnetoterapia
Elettroterapia (ionoforesi, tens, diadinamiche,ecc.)
Ultrasuoni

Cosa sono le terapie fisiche

Le terapie fisiche utilizzano a scopo curativo l’energia fisica prodotta da apposite apparecchiature.
Le terapie fisiche strumentali sono utilizzate, da sole o assieme ad altri trattamenti di fisiochinesiterapia, nelle patologie dell’apparato locomotore che presentano infiammazione e/o dolore.
L’applicazione di forze fisiche porta a lenire il dolore e diminuire l’infiammazione.

• Correnti antalgiche (tens, diadinamiche, interferenziali, jonoforesi). Offrono un positivo aiuto per la risoluzione di molte patologie osteo-mio-articolari, dei tendini, dei legamenti e neuronali, con finalità analgesico-antalgiche (che leniscono il dolore).
• Elettrostimolazione. Ha un'azione di tonificazione e di stimolazione muscolare.
• Laserterapia. È indicata per tendinopatie, lesioni muscolari e legamentose, traumi contusivi e discorsivi, meniscopatie, epicondiliti ed epitrocleiti, condropatie, discopatie, artrosi ed artriti, fasciti plantari, microfratture da stress, edema, lombalgie e lombosciatalgie, eccetera.
• Magnetoterapia. Ha efficacia antiflogistica (previene e combatte i fenomeni infiammatori), antiedemigena (riduce l’edema) e stimola la riparazione dei tessuti (formazione del callo osseo).
• Ultrasuoni a contatto / immersione. Terapia indicata in caso di sciatalgie e nevriti in genere, periartriti scapolo-omerali (anche in presenza di calcificazioni), epicondiliti, morbo di Dupuytren, contratture e lesioni muscolari.